Cosa vedere e fare ad Unguja

Unguja è la più importante, più grande e più popolata isola di Zanzibar che viene anche chiamata semplicemente Zanzibar. Si trova nella metà inferiore dell’arcipelago di Zanzibar, nell’Oceano Indiano, di fronte alla costa della Tanzania, e circa 59 km a sud della seconda più grande isola dell’arcipelago, Pemba. La città principale di Unguja, anch’essa chiamata Zanzibar o Stone Town, svolge il ruolo di capitale di Zanzibar, e si affaccia sulla costa occidentale dell’isola, grosso modo di fronte alla città tanzaniana di Bagamoyo, da cui è divisa dallo stretto di Zanzibar.

Fare un viaggio ad Unguja

Le attrazioni più importanti, per chi intende fare un viaggio ad Unguja e rimanere solo pochi giorni, da non perdere sono:

  • I Giardini di Forodhani di Unguja

I Giardini di Forodhani sono un lungomare di Stone Town, a Zanzibar, situato di fronte al Forte arabo e al Palazzo delle Meraviglie. I giardini sono stati ristrutturati recentemente a spese dell’Aga Khan Trust for Culture e dal 2009 prendono il nome di Parco di Forodhani.

  • Il Palazzo delle Meraviglie di Unguja

Il Palazzo delle Meraviglie o Casa delle Meraviglie è uno dei più importanti edifici storici di Stone Town. Deve la denominazione di Palazzo delle Meraviglie al fatto di essere la più grande struttura architettonica di Zanzibar e di essere stato il primo edificio dell’isola a essere dotato di energia elettrica. Fu anche il primo edificio in tutta l’Africa orientale a essere dotato di ascensore. Fu edificato nel 1883 come edificio cerimoniale per volere del sultano Barghash bin Said, nella stessa posizione in cui in precedenza sorgeva la residenza della regina zanzibari Fatuma. Fu usato come residenza reale, palazzo del governo e sede del partito di governo Chama Cha Mapinduzi.

  • Il Forte arabo di Stone Town

Il Forte arabo di Stone Town, detto anche Vecchio forte, è una massiccia fortificazione in pietra che si trova nel centro di Stone Town, sull’isola di Unguja, la principale isola di Zanzibar. Il forte fu costruito alla fine del XVII secolo dagli arabi del sultanato di Oman, che all’epoca controllavano Zanzibar, per proteggere l’isola dagli attacchi dei portoghesi, a cui gli stessi omaniti avevano sottratto il controllo dell’Africa orientale.

  • Il Museo del Palazzo di Unguja

Il Museo del Palazzo, noto anche come Palazzo del Sultano o Beit el-Sahel, è uno dei principali edifici storici di Stone Town a Zanzibar. È un palazzo a tre piani circondato da mura orlate da merli, e si trova in Mizingani Road, sul lungomare, fra il Palazzo delle Meraviglie e il Vecchio Dispensario. Il palazzo fu costruito nel tardo XIX secolo per servire come residenza della famiglia reale. Dopo la rivoluzione di Zanzibar del 1964, fu formalmente ribattezzato Palazzo del Popolo e usato come sede del governo. Nel 1994 divenne un museo sulla famiglia reale, e fu nuovamente ribattezzato, questa volta col nome di Museo del Palazzo.

  • I Bagni persiani di Hamamni di Unguja

I Bagni persiani di Hamamni di Unguja sono un edificio storico della città di Zanzibar, dal quale oggi prende il nome l’intero quartiere. Avevano la funzione di bagni pubblici e furono costruiti tra il 1870 e il 1888 per volere del sultano Barghash bin Said, e rimasero in attività fino al 1920.

  • La Chiesa del Cristo di Unguja

La Chiesa del Cristo di Unguja è una Chiesa anglicana che si trova a Stown Town. La sua costruzione inizio nel 1873. Si tratta di una delle attrazioni più importanti da visitare quando si va in vacanza ad Unguja.

  • Il Vecchio Dispensario di Unguja

Il Vecchio Dispensario è un edificio storico di Stone Town, capitale di Zanzibar. Si trova sul lungomare, in Mizingani Road, grosso modo a metà strada fra il Palazzo del Sultano e il porto. Il Dispensario è uno degli edifici meglio decorati di Stone Town, con balconi intagliati, stucchi e mosaici alle finestre. Viene considerato un simbolo dello stile multi-culturale dell’architettura zanzibarina. Ospita un piccolo museo sulla storia di Zanzibar, con foto d’epoca del lungomare. La costruzione dell’edificio fu iniziata nel 1887 per volere di Tharia Topan, un ricco mercante indiano ismailita, allo scopo di commemorare il giubileo d’oro della Regina Vittoria.

  • Il Museo Memoriale della Pace di Unguja

Il Museo Memorale della Pace di Unguja è una delle attrazioni più importanti da visitare quando si va in vacanza ad Unguja.

Ricordatevi

Queste non sono le uniche attrazioni ad Unguja, ma non si può fare una lista esaustiva considerando che spesso che le cose che cerchiamo di vedere e provare variano da persona a persona.

La cosa ottimale, quando si visita una nuova città, sarebbe quella di conoscere anche la storia, la cultura, le tradizioni, gli usi e i costumi, imparare qualche termine della loro lingua, assaporare i cibi, respirare l’atmosfera ecc. Sicuramente per fare ciò serve molto tempo a disposizione, ma anche molto denaro che purtroppo la maggior parte delle persone non dispone.

Buon viaggio e buon divertimento ad Unguja!

Vacanza Ideale

Leggi anche: Cosa vedere e fare a Porto

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Un commento

  1. Pingback:Cosa vedere e fare a Shanghai – Vacanza Ideale

Commenti chiusi