Cosa vedere e fare ad Ashgabat

Ashgabat è la capitale e la città più popolosa del Turkmenistan. La prima menzione scritta della città di Ashgabat risale ad una tavoletta dell’epoca della popolazione dei Parti nella quale si elogiava la bontà del vino della zona. La città era un piccolo centro dell’impero dei parti la cui capitale era Nisa. Nel I secolo un terremoto la rase al suolo ma grazie al traffico dei commercianti che percorrevano la Via della Seta fu progressivamente ricostruita e divenne un centro prospero dal nome di Konjiakala. Nell’XI secolo passò sotto il dominio dei selgiuchidi ma venne espugnata e rasa al suolo dai mongoli nel XIII secolo. La regione venne poi occupata da tribù nomadi turkmene e la città perse di importanza.

Quando, dopo la vittoria di Geok Tepe nel 1881 la zona fu invasa dai russi, la città principale della zona era Merv e Ashgabat era solo un modesto villaggio. I russi decisero però di farne la loro capitale regionale e verso la fine del XIX secolo la città venne arricchita da edifici e alberghi in stile europeo e, dopo il collegamento alla ferrovia transcaspiana, una stazione ferroviaria. La popolazione era in prevalenza russa con minoranze armene ed ebree, la città ha peraltro mantenuto questo carattere, ancora oggi la maggioranza della popolazione non è di origine turkmena.

Il clima della città è arido-desertico. La temperatura media annua è pari a 16,4 °C. Il mese più caldo è agosto con una temperatura media di 30,9 °C mentre il mese più freddo è gennaio con una temperatura media di 2,2 °C.

Fare un viaggio ad Ashgabat

Le attrazioni più importanti per chi intende fare un viaggio ad Ashgabat e rimanere solo pochi giorni da non perdere sono:

  • Nisa

Nisa, conosciuta anche con il nome di Parthaunisa, era un’antica città e fu capitale dell’impero dei Parti nel territorio dell’odierno Turkmenistan. Le sue rovine si trovano 10 km a ovest della capitale turkmena Ashgabat sull’altopiano in cima ad una collina. Nisa fu fondata dai Parti come capitale del loro impero oltre 2300 anni fa. Nel corso del tempo divenne una città florida con un palazzo reale protetto da 43 torri, diversi templi e una vivace attività commerciale. Nel XII secolo fu assediata dai Mongoli che in pochi giorni la conquistarono e rasero al suolo. Tutti gli oggetti rinvenuti sono esposti al Museo della Storia Nazionale di Ashgabat.

Turkmenistan Ashgabat Nisa

  • Il Monumento alla Neutralità di Ashgabat

Il Monumento alla neutralità fu un monumento situato a Ashgabat. Il monumento era costituito da un arco moderno a tre gambe. Fu costruito nel 1998 su ordine del presidente del Turkmenistan Saparmurat Niyazov per commemorare la posizione ufficiale di neutralità del paese. Costato 12 milioni dollari, il monumento era sormontato da una statua alta 12 metri di Niyazov, placcata d’oro e che ruotava per mantenere sempre il volto rivolto al sole. Il nuovo presidente del Turkmenistan Gurbanguly Berdimuhamedow nel 2010 distrusse il monumento nel tentativo di contrastare il culto della personalità del suo predecessore.

Turkmenistan Ashgabat Monumento alla neutralità

  • Il Museo Nazionale dei tappeti di Ashgabat

Il Museo Nazionale dei tappetti ha la collezione più grande di tappeti nel Turkmenistan dal periodo medievale fino ad oggi.

Turkmenistan Ashgabat Museo Nazionale dei tappeti

  • Il Museo Nazionale della Storia di Ashgabat

Il Museo Nazionale della Storia di Ashgabat contiene più di 500,000 mostre archeologiche ed etnografiche trovate in varie parti del paese. Si possono ammirare pitture antiche, sculture, tappetti, strumenti musicali, documenti storici, armi, gioielli, vasi buddisti ecc.

Turkmenistan Ashgabat Museo Nazionale della Storia

  • La Moschea Turkmenbashi Ruhy

La Moschea Turkmenbashi Ruhy si trova a 7 km dalla capitale è fu inaugurata ufficialmente nel 2004. È la principale moschea del Turkmenistan e la più grande in Asia centrale. Inoltre, ha la più grande cupola di moschea nel mondo. La moschea è stata intitolata in onore di Saparmyrat Nyýazow, fondatore e primo presidente del Turkmenistan.

Turkmenistan Ashgabat Moschea Turkmenbashi Ruhy

Ricordatevi

Queste non sono le uniche attrazioni ad Ashgabat, ma non si può fare una lista esaustiva considerando che spesso che le cose che cerchiamo di vedere e provare variano da persona a persona.

La cosa ottimale, quando si visita una nuova città, sarebbe quella di conoscere anche la storia, la cultura, le tradizioni, gli usi e i costumi, imparare qualche termine della loro lingua, assaporare i cibi, respirare l’atmosfera ecc. Sicuramente per fare ciò serve molto tempo a disposizione, ma anche molto denaro che purtroppo la maggior parte delle persone non dispone.

Buon viaggio e buon divertimento ad Ashgabat!

Vacanza Ideale

Leggi anche: Cosa vedere e fare a Port of Spain

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Un commento

  1. Pingback:Cosa vedere e fare a Kuala Lumpur – Vacanza Ideale

Commenti chiusi