Cosa vedere e fare a Madrid

Madrid è la capitale e la città più grande della Spagna. Oltre che capitale del Paese, Madrid è anche sede del governo e residenza del monarca spagnolo, ed è il centro politico della Spagna.

Il sito nel quale sorge la moderna Madrid è abitato fin dalla preistoria. In epoca romana il territorio apparteneva alla diocesi di Complutum. Si sono riscontrati anche resti archeologici riconducibili a un piccolo insediamento in epoca visigota. Le origini della città moderna risalgono al 852, quando Muhammad I ordinò la costruzione di una piccola residenza reale nel medesimo luogo in cui oggi sorge il Palazzo Reale. Intorno a questo palazzo fu costruita una piccola cittadella, la al-Mudaina.

Il clima di Madrid è di tipo mediterraneo continentale. Gli inverni sono piuttosto freschi, con temperature minime che scendono sotto lo 0°, anche in un contesto fortemente urbanizzato, brinate e meno frequentemente gelate. Le nevicate sono occasionali. Durante le estati è molto caldo con temperature medie attorno ai 25° a luglio ed agosto, però con punte massime che spesso superano i 35°.

Fare un viaggio a Madrid

Le attrazioni più importanti per chi intende fare un viaggio a Madrid e rimanere solo pochi giorni da non perdere sono:

  • La Plaza Mayor di Madrid

La Plaza Mayor de Madrid è situata al centro della città. Le origini della piazza risalgono al XV secolo, quando alla confluenza dei caminos di Toledo e Atocha si celebrava in questo luogo il mercato principale della città. Nel 1580, dopo aver trasferito la corte a Madrid nel 1561, Filippo II diede l’incarico di rimodellare la piazza a Juan de Herrera, e cominciò la demolizione delle casas de manzanas dell’antica piazza quello stesso anno.

  • Il Museo del Prado di Madrid

Il Museo del Prado è una delle pinacoteche più importanti del mondo e si trova a Madrid. L’edificio che ospita il Museo del Prado fu ideato da Carlo III di Spagna.

  • Il Parco del Retiro di Madrid

Il Parco del Retiro è un parco di Madrid che si estende per 118 ettari e rappresenta uno dei principali luoghi di interesse della capitale spagnola. I giardini, così come il palazzo Reale del Buon Ritiro, furono progettati e realizzati nel decennio dal 1630 al 1640.

  • Il Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía di Madrid

Il Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia è un museo d’arte moderna ed arte contemporanea, dedicato a tutta la produzione artistica dall’inizio del Novecento ad oggi. Fu inaugurato nel 1992 dai reali di Spagna, ha sede nell’antico Ospedale generale di Madrid, edificio settecentesco originariamente eretto per volere di Carlo III.

  • Il Palazzo Reale di El Pardo di Madrid

Il Palazzo Reale di El Pardo è un’antica residenza reale del quartiere di El Pardo, nella periferia nord di Madrid, eretta nel XVII secolo per volere di Filippo III sulle rovine di un edificio preesistente e rimodellata nel 1772 dall’architetto Francesco Sabatini per volere di Carlo III.

  • Il Museo Thyssen-Bornemisza di Madrid

Il Museo Thyssen-Bornemisza di Madrid è un’importante pinacoteca e centro culturale della capitale spagnola. Si trova lungo il Paseo del Prado, a pochi passi dal museo del Prado. È stato acquistato dal governo spagnolo nel luglio del 1993 e della sua collezione facevano parte ulteriori ottanta pezzi di arte medievale, rinascimentale e barocca, poi successivamente trasferiti al MNAC a Barcellona. Le circa ottocento opere che vi sono attualmente conservate spaziano dal Rinascimento italiano, alla pittura moderna. L’apparato pittorico del museo proviene da una raccolta privata della famiglia del magnate tedesco dell’acciaio Thyssen-Bornemisza, che conobbe poi fasti economici nel periodo bellico del secondo conflitto mondiale.

  • Il Tempio di Debod di Madrid

Il Tempio di Debod è un tempio dell’antico Egitto localizzato attualmente a Madrid. Il tempio di Debod fu un regalo dell’Egitto alla Spagna nel 1968, come ricompensa per l’aiuto spagnolo, in risposta all’appello internazionale dell’Unesco per salvare i templi della Nubia. L’Egitto donò quattro templi salvati a quattro diverse nazioni che avevano collaborato al salvataggio: Dendur agli Stati Uniti d’America, Ellesija all’Italia, Taffa ai Paesi Bassi e Debod alla Spagna. Il tempio risale al II secolo a.C. Il suo nucleo più antico fu eretto sotto il faraone Tolomeo IV Filopatore e decorato successivamente sotto il re nubiano Adijalamani di Meroe all’incirca fra il 200 e il 180 a. C., dedicato ad Amon di Debod e Iside.

  • La Puerta del Sol di Madrid

La Puerta del Sol è una delle piazze più importanti e famose di Madrid. Sin dalla nascita della capitale spagnola, fu il salotto di città e la culla prima di ogni attività commerciale, culturale, amministrativa di Madrid. Oggi rappresenta un simbolo noto agli occhi del mondo anche per aspetti più profani, come la grande insegna luminosa dello sherry Tio Pepe che domina l’intera piazza.

  • La Plaza de Cibeles di Madrid

La Plaza de Cibeles si trova a Madrid ed è una delle piazze più importanti della capitale spagnola.

  • La Puerta de Alcalá di Madrid

La Puerta de Alcalá è uno dei monumenti più significativi di Madrid, assieme alla vicina fuente de Cibeles. La costruzione fu ordinata dal re Carlos III e fu messa in opera dall’architetto Francesco Sabatini.

  • La Basilica Reale di San Francesco il Grande di Madrid

La Basilica Reale di San Francesco il Grande è un importante luogo di culto cattolico di Madrid. Appartiene al convento francescano di Gesù e Maria, fondato all’inizio del XIII secolo, sopra un eremitaggio scomparso dedicato a santa Maria. La basilica fu costruita in stile neoclassico nella seconda metà del XVIII secolo, a partire da un progetto di Francisco Cabezas, sviluppato da Antonio Pló e portato a termine da Francesco Sabatini.

  • Il Museo Archeologico Nazionale di Spagna

Il Museo Archeologico Nazionale di Spagna è stato fondato da Filippo III ed è situato nell’edificio che si riferisce al Palacio de Bibliotecas y Museos, insieme alla Biblioteca Nazionale. Il Museo mostra pezzi dalla Preistoria al XIX secolo. Conserva pezzi greci e romani, arte medievale, repliche dei dipinti delle caverne e opere iberiche.

  • Il Palazzo di Cristallo di Madrid

Il Palazzo di Vetro è una struttura in metallo e cristallo che si trova nel Parque del Retiro di Madrid. Fu costruito nel 1887 in occasione della Esposizione delle isole Filippine tenutasi in quell’anno e ha una struttura in metallo completamente coperta da lastre di vetro. Il palazzo venne realizzato da Ricardo Velázquez Bosco e il progetto si ispirò al Crystal Palace di Joseph Paxton.

  • Il Parque del Oeste di Madrid

Il Parque del Oeste è un parco pubblico della città di Madrid. Si estende per 98,60 ettari. Prima del XX secolo, il territorio che attualmente occupa il parco era la principale discarica della città. Il parco fu iniziativa di Alberto Aguilera, sindaco della città all’inizio del XX secolo, il quale nel 1906 chiese al paesaggista Celedonio Rodrigáñez di fare il primo tracciato di un luogo per passeggiare e rilassarsi.

Ricordatevi

Queste non sono le uniche attrazioni a Madrid, ma non si può fare una lista esaustiva considerando che spesso che le cose che cerchiamo di vedere e provare variano da persona a persona.

La cosa ottimale, quando si visita una nuova città, sarebbe quella di conoscere anche la storia, la cultura, le tradizioni, gli usi e i costumi, imparare qualche termine della loro lingua, assaporare i cibi, respirare l’atmosfera ecc. Sicuramente per fare ciò serve molto tempo a disposizione, ma anche molto denaro che purtroppo la maggior parte delle persone non dispone.

Buon viaggio e buon divertimento a Madrid!

Vacanza Ideale

Leggi anche: Cosa vedere e fare a Mosca

One Comment

  1. Pingback: Cosa vedere e fare ad Essaouira – Vacanza Ideale

Comments are closed.