Cosa vedere e fare a Gerusalemme

Gerusalemme è definita anche La Città Eterna ed è la capitale di Israele. È stata capitale giudaica tra il X e il VI secolo a.C. ed è un’antichissima città, nonché considerata città santa da Ebraismo, Cristianesimo e Islam. Si trova a est di Tel Aviv, a sud di Ramallah, a ovest di Gerico e a nord di Betlemme.

Gerusalemme gode di un clima mediterraneo, con estati calde e secche e inverni freschi e umidi. Il mese più freddo è gennaio secondo le serie storiche ma con deciso e costante spostamento negli ultimi anni verso febbraio o addirittura la prima decade di marzo, i più caldi luglio e agosto. L’escursione termica tra giorno e notte è notevole, infatti le sere sono tipicamente fresche anche in estate.

Fare un viaggio a Gerusalemme

Le attrazioni più importanti per chi intende fare un viaggio a Gerusalemme e rimanere solo pochi giorni da non perdere sono:

  • La Città Vecchia di Gerusalemme

La Città Vecchia di Gerusalemme è quella parte della città che si trova dentro le mura. Il nucleo originario dell’abitato, invece, chiamato Città di David ed edificato sul monte Sion, è rimasto esternamente alle attuali mura, verso Sud. Le mura attuali, risalenti al regno di Solimano il Magnifico attorno al 1540, definiscono un territorio posto a nord della Città di David, distrutta durante la prima guerra giudaica dalle truppe romane comandate da Tito Flavio Vespasiano. Dopo Tito, Gerusalemme assume una veste nuova, il Tempio distrutto venne sostituito dal Tempio di Giove, e la città fu ribattezzata Aelia Capitolina. La maggior estensione della cinta muraria si ebbe in età bizantina, nel V secolo, prima della distruzione dei Persiani nel 614, guidati da Cosroe II.

israele-gerusalemme-la-citta-vecchia-di-gerusalemme

  • Il Muro Occidentale di Gerusalemme

Il Muro Occidentale di Gerusalemme, conosciuto anche con il nome di Muro del Pianto, è un muro di cinta risalente all’epoca del secondo Tempio di Gerusalemme. Nelle fessure del muro, gli ebrei infilano dei foglietti con sopra scritte delle preghiere.

israele-gerusalemme-il-muro-occidentale-di-gerusalemme

  • La Basilica del Santo Sepolcro di Gerusalemme

La Basilica del Santo Sepolcro, chiamata anche la chiesa della Resurrezione, è una chiesa cristiana di Gerusalemme, costruita sul luogo che la tradizione indica come quello della crocifissione, unzione, sepoltura e resurrezione di Gesù. Attualmente è ricompresa all’interno delle mura della Città Vecchia di Gerusalemme, al termine della Via Dolorosa. La Basilica è una delle mete principali e irrinunciabili dei pellegrini che visitano la Terra Santa, insieme alla Basilica dell’Annunciazione di Nazaret e alla Basilica della Natività di Betlemme. Ma, a differenza di queste ultime, il Santo Sepolcro è l’unico luogo della cui esistenza si possiedono prove archeologiche risalenti ad appena un centinaio d’anni dopo la morte di Gesù. Oggi è la sede del Patriarcato ortodosso di Gerusalemme, il quale, al centro della chiesa, vi ha il proprio Katholikon, ossia la propria cattedrale, e la propria cattedra.

israele-gerusalemme-la-basilica-del-santo-sepolcro-di-gerusalemme

  • La Torre di Davide di Gerusalemme

La Torre di Davide è un’antica cittadella situata vicino alla Porta di Giaffa, uno degli ingressi alla Città Vecchia di Gerusalemme. Fu costruita nel secondo secolo a.C. per rafforzare un punto debole delle fortificazioni strategiche della Città Vecchia. In seguito fu distrutta e ricostruita, nell’ordine, dai conquistatori cristiani, musulmani, mamelucchi e ottomani di Gerusalemme. La torre conserva importanti reperti archeologici antichi di 2.000 anni ed è un popolare luogo di ritrovo per manifestazioni benefiche, mostre di artigianato, concerti e spettacoli di musica e luci. Il nome di Torre di Davide è improprio poiché essa fu costruita vari secoli dopo la data tradizionale biblica del regno di Davide.

israele-gerusalemme-la-torre-di-davide-di-gerusalemme

  • Il Monte degli Ulivi di Gerusalemme

Il Monte degli Ulivi di Gerusalemme, separa la Città Santa dal deserto di Giuda, che da qui inizia la sua discesa verso il Mar Morto. Gli alberi d’ulivo che crescono da millenni sulle pendici del Monte gli conferiscono il nome tutt’oggi in uso. La tradizione ebraica lo conosce anche col nome di Monte dell’Unzione, perché con l’olio ottenuto dai suoi ulivi venivano unti i re e i sommi sacerdoti.

israele-gerusalemme-il-monte-degli-ulivi-di-gerusalemme

  • Il Getsemani di Gerusalemme

Il Getsemani di Gerusalemme è un piccolo oliveto poco fuori la città vecchia di Gerusalemme sul Monte degli Ulivi, nel quale Gesù Cristo, secondo i Vangeli, si ritirò dopo l’Ultima Cena prima di essere tradito da Giuda e arrestato.

israele-gerusalemme-il-getsemani-di-gerusalemme

  • La Cupola della Roccia di Gerusalemme

La Cupola della Roccia di Gerusalemme è il terzo luogo più sacro all’Islam, dopo la Ka’ba e la Moschea del Profeta di Medina. L’edificio fu completato nel 691 da artisti e maestranze bizantine è, secondo alcuni, l’edificio islamico più antico del mondo ancora oggi esistente.

israele-gerusalemme-la-cupola-della-roccia-di-gerusalemme

Ricordatevi

Queste non sono le uniche attrazioni a Gerusalemme, ma non si può fare una lista esaustiva considerando che spesso che le cose che cerchiamo di vedere e provare variano da persona a persona.

La cosa ottimale, quando si visita una nuova città, sarebbe quella di conoscere anche la storia, la cultura, le tradizioni, gli usi e i costumi, imparare qualche termine della loro lingua, assaporare i cibi, respirare l’atmosfera ecc. Sicuramente per fare ciò serve molto tempo a disposizione, ma anche molto denaro che purtroppo la maggior parte delle persone non dispone.

Buon viaggio e buon divertimento a Gerusalemme!

Vacanza Ideale

Leggi anche: Cosa vedere e fare a Taipei

One Comment

  1. Pingback: Cosa vedere e fare a Teheran – Vacanza Ideale

Comments are closed.