Cosa vedere e fare a Dakar

Dakar è la capitale e la principale città del Senegal. La città si estende nella parte meridionale della penisola di Capo Verde, sull’Oceano Atlantico.

Sul territorio oggi occupato dalla città di Dakar, sulla punta della penisola di Capo Verde, le tracce di insediamenti umani occasionali più antiche risalgono al Paleolitico, invece l’occupazione stabile risale al Neolitico. Alla metà del XV secolo il territorio era abitato da popolazioni di etnia mandingo, ma nei decenni successivi vi si insediarono i Lebou, un gruppo etnico collegato ai Wolof. I villaggi Lebou originali, Ouakam, Ngor, Yoff e Hann, ancora oggi costituiscono i quartieri Lebou all’interno della Dakar moderna.

Nel 1444 i portoghesi fondarono un insediamento sull’isola di Gorée, da loro chiamata Palma, che si trova a circa due chilometri dall’attuale porto di Dakar. Nel 1536 Gorée divenne una base per la tratta degli schiavi, in un periodo in cui la penisola di Capo Verde era comunque sotto il controllo dell’Impero Wolof. L’insediamento di Gorée e la tratta degli schiavi condizionarono per oltre tre secoli l’economia e lo sviluppo della zona.

Il clima di Dakar è steppico, che caratterizza nel suo complesso per evapotraspirazione superiore alla quantità di precipitazioni che, nel complesso, risultano piuttosto scarse.

Fare un viaggio a Dakar

Le attrazioni più importanti, per chi intende fare un viaggio a Dakar e rimanere solo pochi giorni, da non perdere sono:

  • La Casa dei Schiavi di Dakar

La Casa dei Schiavi di Dakar si trova nella capitale del Senegal, a Dakar. Il museo fu aperto nel 1962.

senegal-dakar-la-casa-dei-schiavi-di-dakar

  • Il Monumento al Rinascimento Africano di Dakar

Il Monumento al Rinascimento Africano è una statua di bronzo alta 49 metri situata a Dakar, in Senegal. La statua è rivolta verso l’oceano Atlantico ed è stata progettata dall’architetto senegalese Pierre Goudiaby Atepa su un’idea del presidente Abdoulaye Wade. È stata costruita da una società della Corea del Nord.

senegal-dakar-il-monumento-al-rinascimento-africano-di-dakar

  • Il Museo dell’IFAN di Dakar

Il Museo dell’IFAN è un museo con sede a Dakar in Senegal e istituito nel 1938, come museo etnografico annesso all’Università Cheikh Anta Diop e all’Istituto Fondamentale d’Africa Nera.

senegal-dakar-il-museo-dellifan-di-dakar

  • La Grande Moschea di Dakar

La Grande Moschea di Dakar è una delle mosche più importanti della capitale del Senegal. Fu aperta nel 1964 da Hassan II, Re di Morocco e dal Presidente senegalese President Léopold Sédar Senghor.

senegal-dakar-la-grande-moschea-di-dakar

  • Il Lago Retba di Dakar

Il Lago Retba o Lac Rose è un lago del Senegal che si trova a nord della penisola del Senegal, a nord est di Dakar. Esso è chiamato così per le sue acque rosa, causate da alghe presenti nell’acqua che producono un pigmento rosso rendendo le acque rosa. Il colore è particolarmente visibile durante la stagione secca. Il lago è anche noto per il suo alto contenuto di sale, che, come quella del Mar Morto, permette alle persone di galleggiare facilmente. Il lago ha anche una piccola produzione di sale industriale ed era spesso il punto di arrivo del Rally Dakar.

senegal-dakar-il-lago-retba-di-dakar

  • La Cattedrale di Nostra Signora delle Vittorie di Dakar

La Cattedrale di Nostra Signora delle Vittorie è la cattedrale cattolica di Dakar, in Senegal, ed è sede dell’arcidiocesi di Dakar.

senegal-dakar-la-cattedrale-di-nostra-signora-delle-vittorie-di-dakar

  • Il Villaggio delle Arti di Dakar

Il Villaggio delle Arti di Dakar è un centro di ricerca e creazione artistica situato nella capitale del Senegal. Il primo Villaggio delle Arti fu creato nel 1976 sulla Corniche occidentale di Dakar.

senegal-dakar-il-villaggio-delle-arti-di-dakar

  • Il Palazzo Presidenziale di Dakar

Il Palazzo Presidenziale di Dakar si trova nella capitale del Senegal, ed è la residenza ufficiale del Presidente del paese.

senegal-dakar-il-palazzo-presidenziale-di-dakar

Ricordatevi

Queste non sono le uniche attrazioni a Dakar, ma non si può fare una lista esaustiva considerando che spesso che le cose che cerchiamo di vedere e provare variano da persona a persona.

La cosa ottimale, quando si visita una nuova città, sarebbe quella di conoscere anche la storia, la cultura, le tradizioni, gli usi e i costumi, imparare qualche termine della loro lingua, assaporare i cibi, respirare l’atmosfera ecc. Sicuramente per fare ciò serve molto tempo a disposizione, ma anche molto denaro che purtroppo la maggior parte delle persone non dispone.

Buon viaggio e buon divertimento a Dakar!

Vacanza Ideale

Leggi anche: Cosa vedere e fare a Rabat

One Comment

  1. Pingback: Cosa vedere e fare a Reykjavík – Vacanza Ideale

Comments are closed.