Cosa vedere e fare a Barcellona

Barcellona è una città della Spagna, capoluogo della Catalogna. È situata nella Spagna orientale, sul mar Mediterraneo a sud della catena montuosa dei Pirenei e 150 km dal Col du Perthus, che segna il confine con la Francia.

Secondo la leggenda, a fondare la città di Barcellona fu il cartaginese Amilcare Barca, padre di Annibale. In realtà l’esistenza di una Barcellona punica non si è mai potuta provare, così come sembra non avere molto più fondamento la nascita e lo sviluppo di un insediamento greco nelle immediate vicinanze della città. È probabile che i primi abitanti di Barcino, fondata intorno al 300 a.C., fossero delle genti di origine ibera. Successivamente i Romani riorganizzarono la città come un castrum (un campo militare). La città fu battezzata dai Romani con il nome di Colonia Iulia Augusta Faventia Paterna Barcino. L’organizzazione antica delle strade è ancora visibile nelle cartine del centro storico e dalle mura romane rimaste in piedi.

Il clima di Barcellona è mediterraneo con alcune caratteristiche differenti, da quelle tipiche del clima mediterraneo, come una quantità non trascurabile di piogge in estate e un minimo secondario di precipitazioni in inverno. Gennaio e febbraio sono i mesi più freddi. Luglio e agosto i più caldi.

Fare un viaggio a Barcellona

Le attrazioni più importanti per chi intende fare un viaggio a Barcellona e rimanere solo pochi giorni da non perdere sono:

  • Il Tempio Espiatorio della Sacra Famiglia di Barcellona

Il Tempio Espiatorio della Sacra Famiglia di Barcellona è una grande basilica cattolica capolavoro dell’architetto Antoni Gaudí. La vastità della scala del progetto e il suo stile caratteristico ne hanno fatto uno dei principali simboli della città. I lavori iniziarono nel 1882 sotto il regno di Alfonso XII di Spagna. L’edificio venne iniziato in stile neogotico, ma quando Gaudí subentrò come progettista dell’opera nel 1883, all’età di 31 anni, fu ridisegnato completamente.

  • Il Parco Guell di Barcellona

Il Parco Guell di Barcellona è un parco pubblico di 17,18 ettari con giardini ed elementi architettonici situato nella parte superiore della città. Fu costruito tra il 1900 e il 1914 e fu inaugurato come parco pubblico nel 1926.

  • Il Barri Gòtic di Barcellona

Il Barri Gòtic è il centro della città vecchia di Barcellona. È parte del distretto Ciutat Vella ed è delimitato ad est dalla Via Laietana che lo separa dal quartiere del Born. A sud confina con il Port Vell e con il mare. A ovest La Rambla lo separa dal quartiere de El Raval, mentre verso nord sbocca in Plaça Catalunya.

  • La Casa Milà di Barcellona

La Casa Milà fu costruita tra il 1905 e il 1912 da Antoni Gaudí a Barcellona. Attualmente è di proprietà della Fundació Catalunya-La Pedrera. Dal 1984 è stata dichiarata dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità, insieme ad altre opere di Gaudí.

  • La Casa Batlló di Barcellona

La Casa Batlló è un’opera del celebre architetto catalano Antoni Gaudí che sorge a Barcellona. Considerata una delle opere più originali del celebre architetto, l’edificio è stato dichiarato, nel 2005, patrimonio dell’umanità dell’UNESCO.

  • La Rambla di Barcellona

La Rambla è un viale di Barcellona lungo un chilometro e quattrocento metri che collega Plaça de Catalunya con il porto antico. Si tratta di uno dei luoghi più emblematici della città, frequentatissimo tutto l’anno sia da turisti sia dagli abitanti del luogo.

  • La Boqueria di Barcellona

La Boqueria di Barcellona è il mercato più famoso di Spagna e il più grande della Catalogna con i suoi 2.583 metri quadrati e con più di 300 bancarelle. È anche uno fra i mercati più antichi di Spagna. Nato agli inizi del XVII secolo alle porte della città nella piana del Plan della Boqueria per non pagare le tasse sulle merci, fu inaugurato poi, nel 1836, dove si trova tuttora a metà della popolare Rambla, fra il Palazzo della Virreina e il Teatro Liceu.

  • Il Museo Nazionale d’Arte della Catalogna

Il Museo Nazionale d’Arte della Catalogna si trova nella città di Barcellona e vanta una collezione di arte romanica tra le più complete del mondo. Nato inizialmente nel 1990 dall’unione delle collezioni del Museu d’Art Modern e del Museu d’Art de Catalunya, vi si aggiunse successivamente una nuova sezione di numismatica, una di incisioni e parte della Biblioteca General de Historia del Arte. Più tardi, nel 1996, si aggiunse un nuovo dipartimento dedicato alla fotografia. Oggi il museo possiede circa 250.000 opere e, oltre alle esposizioni temporali e itineranti, ha anche funzioni di studio, conservazione e restauro delle opere d’arte.

  • La Cattedrale della Santa Croce e Sant’Eulalia di Barcellona

La Cattedrale della Santa Croce e Sant’Eulalia è la cattedrale-sede dell’archidiocesi di Barcellona. Insignita nel 1867 del titolo di basilica minore, dal 2 novembre 1929 è Monumento Storico – Artistico spagnolo. Fu costruita in stile gotico tra il XIII e il XV secolo sui resti di precedenti chiese.

  • La Basilica di Santa Maria del Mar di Barcellona

La Basilica di Santa Maria del Mar è una grande chiesa gotica di Barcellona dal 1923 è stata insignita del titolo di basilica minore. Fu costruita tra il 1329 e il 1383 ed è sicuramente l’esempio più emblematico e puro del gotico catalano. È tradizionalmente considerata la chiesa dei marinai, perché ubicata nella zona mercantile e portuale della città.

Ricordatevi

Queste non sono le uniche attrazioni a Barcellona, ma non si può fare una lista esaustiva considerando che spesso che le cose che cerchiamo di vedere e provare variano da persona a persona.

La cosa ottimale, quando si visita una nuova città, sarebbe quella di conoscere anche la storia, la cultura, le tradizioni, gli usi e i costumi, imparare qualche termine della loro lingua, assaporare i cibi, respirare l’atmosfera ecc. Sicuramente per fare ciò serve molto tempo a disposizione, ma anche molto denaro che purtroppo la maggior parte delle persone non dispone.

Buon viaggio e buon divertimento a Barcellona!

Vacanza Ideale

Leggi anche: Cosa vedere e fare a Sydney

One Comment

  1. Pingback: Cosa vedere e fare a Susa – Vacanza Ideale

Comments are closed.