Come evitare di litigare col partner durante le vacanze

Capita spesso che durante le vacanze con il partner si possono verificare liti, scontri e dissapori, e in alcuni casi la vacanza può diventare un vero inferno per entrambi, ma se si vuole godere al massimo il soggiorno è importante evitare certi comportamenti.

Scopriamo adesso cosa si deve fare per non litigare più durante il viaggio in coppia e godendo così ogni momento della vacanza con il partner.

Pianificate insieme

Una delle cose più tristi che vedo quando viaggio, sono quelle coppie dove uno dei due sta avanti di 20 metri rispetto al partner. Camminano come se fossero due sconosciuti, non si parlano e non condividono nulla. In questo caso, non sarebbe meglio viaggiare da soli? La bellezza di un viaggio di coppia è nello stabilire obiettivi insieme e viverli e raggiungerli insieme.

Prima sognare ad occhi aperti, poi mettersi in azione per realizzarli, ma sempre in due. Uno dei segreti per vivere al meglio un viaggio in coppia è quello di condividere le cose importanti come la scelta dell’itinerario, le date, i mezzi di trasporto.

Quando entrambe le persone in una coppia si sentono valorizzate, il viaggio diventa un’avventura da godersi totalmente con il sorriso sulle labbra e il cuore leggero e felice. Al contrario, se non c’è equilibrio e una sola delle due persone prende la maggior parte delle decisioni, è molto probabile andare incontro a continui musi lunghi e litigi.

Come essere umani, ci piace sentire di essere importanti. Viaggiando, questo desiderio diventa ancora più forte e il miglior modo per vivere serenamente questa esperienza è dando valore a ciò che il partner dice, prova e pensa. Un consiglio utile anche nella vita di tutti i giorni…

Ascoltate davvero

Il più delle volte, soprattutto se siamo arrabbiati, non perdiamo tempo ad ascoltare: siamo troppo impegnati a formulare accuse e a preparare risposte pungenti per stare a sentire con attenzione cosa cerca di dirci l’altro. Non lasciamo neanche il tempo di finire le frasi, ma appena intuiamo qualcosa che non ci piace attacchiamo con forza. E questo è il primo errore, ça va sans dire: dobbiamo ascoltare il partner in modo attivo, con tutta la nostra attenzione, parola per parola. Eliminiamo le distrazioni (come la tv accesa in sottofondo o la musica in macchina) e guardiamo il partner negli occhi, lasciamolo parlare senza aver fretta di rispondere prima che abbia finito di dire la sua. Pretendiamo che lui faccia altrettanto.

Essere sinceri

Se qualcosa non vi piace, meglio puntare sulla sincerità per non litigare in viaggio. E’ inutile accettare di visitare una certa località finendo per fare il muso lungo tutto il tragitto. E’ uno svantaggio per entrambi, quindi patti chiari e amicizia lunga, anche sulle modalità di viaggio.

Non alzare la voce

Cercate di non perdere le staffe. Se c’è qualcosa che non va o che vi arreca fastidio, parlatene ma con calma senza aggredire il vostro compagno: le parole possono ferire più di quanto pensiate.

Riposare

Andare in vacanza non significa per forza fare mille attività: visitare luoghi, musei, andare in giro a recuperare pezzi di storia, studiare, leggere, informarsi. Significa anche riposarsi dopo un anno di duro lavoro, di stress. È vero che molto spesso si cerca di vivere appieno ogni attimo e di vedere quanti più monumenti possibile, ma bisogna anche tener presente che non siamo dei robot, ma degli esseri umani che hanno bisogno di dormire per stare meglio e per rigenerarsi.

Il lavoro e i problemi restano a casa

Stacca completamente la spina quando sei in vacanza. Lascia tutte le questioni lavorative e familiari a casa e parti senza zavorre. Le vacanze con il partner non sono un momento per affrontare i problemi della vita quotidiana, ma sono una piacevole parentesi per concentrarsi su se stessi e sulla propria metà. Ritrova la dimensione delle 24 ore insieme e coinvolgi il partner nella scelta delle attività da fare e dei posti da vedere. Se metti in pausa tutte le situazioni che ti causano stress, vivrai un momento di tranquilla intimità con il tuo compagno.

Minimizzare

In vacanza è facile che subentrino inconvenienti e il modo migliore per affrontarli è minimizzare. Se vi impuntate su qualcosa e giudicate frettolosamente, finirete per discutere lungo tutto il soggiorno. Ne vale davvero la pena?

La trasgressione entra perfettamente in valigia

Un pizzico di trasgressione fa sempre bene alla vita di coppia, anche in vacanza. Cerca di ritrovare la complicità con il tuo partner e di stimolare il vostro rapporto. Approfitta del viaggio a due per mettere in valigia lingerie o vestiti più sensuali del solito e usa il maggior tempo a disposizione per riaccendere la passione.

Non dovete condividere proprio tutto

Se al mattino a voi piace andare a correre, ma il vostro compagno preferisce dormire, andate a correre da soli. Non sempre è necessario condividere tutto, a volte anche fare delle attività da soli è divertente e poi potete rivedervi con il vostro compagno e raccontarvi com’è andata!

Trovare le cose per noi irrinunciabili all’interno del viaggio

Ad ogni contrattazione c’è però un limite. Gli elementiirrinunciabili sono le fondamenta su cui costruire lo stare insieme. Se non c’ècompatibilità tra elementi di fondo, forse è meglio pensare a compagni diviaggi diversi.

Leggi anche: Come ravvivare la passione in vacanza

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi